hero

L'elemento caratteristico dell'inverno è senz'altro la neve e per gli amanti di questa stagione una lezione o un corso di sci o snowboard è immancabile per poter godere e vivere appieno la montagna nel weekend o durante la settimana bianca.

La Scuola Sci Larici Val Formica ti farà capire cosa vuol dire sciare o "andare sulla tavola".

IMMAGINA... scivolare su un manto soffice più o meno impegnativo;

IMMAGINA... sentire l’aria frizzante della montagna che ti viene addosso

IMMAGINA... sentire i muscoli contrarsi nell’atto sportivo

E tu, preferisci gli sci o lo snowboard?
LE 12 REGOLE DI CONDOTTA SULLE PISTE

1 - Rispetto per gli altri
Ogni sciatore deve comportarsi in modo da non mettere in pericolo la persona altrui o provocarle danno

2 - Padronanza della velocità e del comportamento
Ogni sciatore deve tenere una velocità ed un comportamento adeguati alla propria capacità nonchè alle condizioni generali e del tempo

3 - Scelta della direzione
Lo sciatore a monte il quale, per la posizione dominante, ha la possibilità di scelta del percorso, deve tenere una direzione che eviti il pericolo di collisone con lo sciatore a valle

4 - Traiettorie 
Bisogna prestare attenzione alla traiettorie degli altri sciatori in considerazione anche del tipo di attrezzo e devono essere adeguate anche all’affollamento presente in pista

5 - Il sorpasso
Il sorpasso può essere effettuato tanto a monte che a valle, sulla destra o sulla sinistra, ma sempre a una distanza tale da consentire le evoluzioni dello sciatore sorpassato

6 - Spazio minimo per il sorpasso dal bordo pista
Gli sciatori devono permettere agevolmente il sorpasso evitando evoluzioni che occupino tutta la pista evitando bruschi cambiamenti di traiettoria che possano trarre in inganno chi proviene da monte

7 - Attraversamento e incrocio
Lo sciatore, che si immette su una pista o attraversa un terreno di esercitazione, deve assicurarsi, mediante controllo visivo a monte e a valle, di poterlo fare senza pericolo per sè e per gli altri. Lo stesso comportamento deve essere tenuto dopo ogni sosta

8 - Sosta
Lo sciatore deve evitare di fermarsi, se non in caso di assoluta necessità, nei paraggi obbligati o senza adeguata visibilità. In caso di caduta lo sciatore deve sgombrare la pista al più presto possibile

9 - Salita e discesa a piedi
Lo sciatore che risale o discende la pista deve procedere ai bordi di essa ed è tenuto a discostarsene in caso di cattiva visibilità

10 - Rispetto della segnaletica
Tutti gli sciatori devono rispettare la segnaletica delle piste, con particolare attenzione ove è scritto Pista chiusa e moderare la velocità

11 - In caso di incidente
Chiunque deve prestarsi per il soccorso in caso di incidente, segnalando opportunamente il luogo e chiamando il soccorso piste

12 - Identificazione
Chiunque sia coinvolto in un incidente o ne sia testimone è tenuto a dare le proprie generalità agli addetti del soccorso piste accorsi sul luogo

Decalogo del bambino sulla neve

1 - Rispettiamo il bambino che scia, permettiamogli di fare le prime esperienze con gli sci in libertà affinché trovi la sua dimensione ed i suoi riferimenti nell'ambiente che lo circonda.

2 - Insegnamogli che sciare è un gioco ove è importante "crescere" in destrezza, abilità ed equilibrio, nel rispetto degli altri, socializzando nel riconoscere le regole di comportamento;

3 - Diamo al bambino il senso di ogni azione compiuta sulla neve, educandolo ad avere attenzione per eventuali pericoli, senza avere paura, ad amare l'ambiente che lo circonda anche nelle situazioni più mutevoli;

4 - Creiamo per lui sempre nuove motivazioni per sciare con entusiasmo senza costrizioni; garantiamo la sua libertà di movimento attraverso un abbigliamento comodo e caldo, a colori vivaci, facilmente visibile;

5 - Insegnamo la pratica sciistica al bambino valorizzando le sue qualità, affrontando insieme i suoi difetti condividendo e comunicandogli il piacere della scoperta;

6 - Evitiamo di trasformare le attività di gruppo in una continua gara di capacità e valori che ancora non sa affrontare e comprendere;

7- Il bambino non è sempre uguale: cambia umore così come cambia la neve...aiutiamolo a capire la sua stanchezza, la sua pigrizia, le sue "incapacità", per superarle insieme

8 - Aiutiamolo lungo le piste, nei momenti della risalita, perché lo sci diventi esperienza di vita quotidiana, per allargare la sfera della sua sicurezza, affrontando con lui gli stadi dell'ansia e della paura;

9 - Il bambino dimentica subito ciò che credeva di non saper fare, appena supera con successo "la prima volta". Favoriamo questo passaggio perché egli maturi fiducia ed autostima.

10 - Il suo mondo, anche sulla neve, è quello che noi gli presentiamo e gli sappiamo offrire come esempio da imitare, nei gesti, nelle parole e negli obiettivi, perché a noi adulti è affidato il suo futuro.