hero
"Gianni, che fortuna averti conosciuto!"Il saluto dei maestri

Ciao Gianni,
due parole per esprimere il disorientamento e lo sconforto che ci ha colpiti.

Stavi venendo a fare una delle cose che ti piacevano di più: insegnare a sciare.

Un evento imprevisto, imprevedibile, ha fermato la tua esistenza terrena.

Si vorrebbero dire una infinità di cose, in un vortice di sentimenti, riflessioni, stati d’animo, domande e tanto altro ma, alla fine, tutto è scritto nel grande libro della vita.

Assieme a te abbiamo vissuto le numerose vicende delle Nostre Scuole Sci Gallio e Larici Val Formica. Quanti inverni abbiamo passato insieme al Sisemol, a Valbella, alle Melette, in Val Formica, occasionalmente anche in altre stazioni sciistiche dentro e fuori Altopiano. Sempre abbiamo condiviso le difficoltà ma anche le soddisfazioni di questa nostra professione.

Grazie, perché sei stato un compagno e un caro amico, sempre disponibile; con te da oltre trent’anni abbiamo condiviso tutti i momenti, non sempre facili, delle Nostre scuole.

Moltissimi i ricordi, le battute scherzose, le poesie che qualcuno improvvisava anche per prenderci in giro, i momenti di allegria ma anche di sconforto quando non c’era la neve, e le discussioni durante le riunioni, ma sempre in un confronto equilibrato e di buonsenso. Poi si finiva a tavola seduti gli uni vicini agli altri come in una grande famiglia, a fare squadra.

Ora c’è un altro posto vuoto nelle Nostre Scuole Sci, sulle nostre piste, ma lassù troverai Roberto, Vito, Dante e altri nostri maestri che già sono andati avanti e che ti accoglieranno su altre piste.

Queste poche righe sono bagnate da una lacrima di ogni nostro maestro e segneranno per sempre questo scritto.

Un abbraccio forte ad Anna, Fabio, Beatrice, Filippo, Giacomo.

Caro Amico Gianni, è stata una grande fortuna averti conosciuto.
Ciao!

I maestri delle Scuole Sci Gallio e Larici Val Formica